[WiP] Ambientazione Panther G Early (I)

17 Gen, 2009
7.326 views

Dato che il carro è da un po’ che riposa tranquillo in un angolo della vetrinetta in attesa di essere terminato, ho pensato di iniziare finalmente la costruzione della basetta che lo ospiterà.

Innanzitutto ho fatto un piccolo schizzo di come volevo disporre i vari elementi. Dato che la basetta è piccolina, il carro occuperà gran parte della scena, lasciando poco spazio al resto.

Area geografica
Le insegne del carro lo collocano in Francia, per cui una stradina di campagna in direzione di Falaise potrebbe starci.

Ho pensato a Falaise perché mi sono procurato il foglio con una serie di indicazioni stradali pubblicato della Verlinden in 1/72. Sono rimasto particolarmente deluso da questo acquisto, perché la stampa risulta particolarmente “sgranata”, ed il foglio è di cartoncino (non di plasticard… ) e non è adesivo o “trasferibile”.

Vabbè, ho le misure, dovrei riuscire a riprodurlo al pc

Plasticard e affini
E’ la prima volta che mi cimento in una costruzione simile (l’altra volta la basetta non superava i 4 cm… ), per cui sono andato “per tentativi”.

Innanzitutto ho creato una “vaschetta” in plasticard per riuscire a mantenere la forma e la base di appoggio piatta, sagomando i 4 listelli verticali in modo da ottenere il profilo del terreno.

Questa non è stata una brillante idea.

Innanzitutto, i vari bordi dei listelli di plasticard vanno pareggiati rischiando di non avere una superficie perfettamente liscia, poi è una scelta abbastanza antieconomica… inoltre, dopo i processi che verranno illustrati in seguito, ho notato che la “vaschetta” si era imbarcata parecchio, vanificando il suo scopo iniziale.

Dislivelli
Ho letto su numerose riviste che uno dei materiali più usati per modellare il terreno nei diorami è il DAS. E dato che ritira, ho pensato di minimizzare l’effetto utilizzando del cartone come riempimento ed il DAS per la superficie.

Ho quindi preso del cartoncino (una scatola di panettone), colla vinilica, un paio di forbici e la vaschetta.

Ho riempito il fondo con il cartone ed ho cominciato a sagomare alcuni pezzi per rialzare alcune zone, come l’angolo ed il centro della stradina, incollando ogni strato con la colla vinilica.

Già a questo punto la base non era più piatta, ma presentava una “pancia” centrale…

Ecco come si presenta a questo punto la basetta:

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_12_004

DAS e modellazione del terreno
Il miglior consiglio che posso darvi per l’utilizzo del DAS è quello di avere sempre le mani (o gli attrezzi per modellare) bagnate.

Ho cosparso il cartone di colla vinilica, quindi ho steso uno strato di DAS su tutta la basetta, modellando i vari livelli e cercando di non rendere il tutto troppo piatto.

Bagnandosi spesso le dita è abbastanza semplice non lasciare impronte.

A questo punto ho preso il panther avvolto nella pellicola trasparente (andate a leggere questo articolo per capire perché ) ed ho impresso le impronte dei cingoli sul DAS bagnato. Bisogna premere abbastanza affinché il risultato sia apprezzabile.

Ho avvolto nella pellicola anche l’altro elemento da posizionare nella scena (un muretto) ed ho impresso la sua forma nella locazione che lo accoglierà. Forse è un po’ troppo vicino al carro, ma vabbè…

A questo punto con la superficie ancora bagnata, ho inserito dei sassolini nel DAS, in modo da non dare l’impressione che levitino una volta finita la basetta

A questo punto ho lasciato asciugare il DAS sulla basetta e con il rimanente mi sono creato dei mattoncini da posizionare vicino al muretto mezzo crollato.

Ecco come si presenta a questo punto la basetta:

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_13_002

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_13_005

Terriccio
A questo punto si passa alla stesura del terriccio, per dare realismo al terreno.

I materiali che ho usato sono:
1) terriccio setacciato con un colino a maglie larghe, che simulerà il terreno vero e proprio
2) sabbia fine, che simulerà i sassi più piccoli ed il ghiaino
3) sassolini molto piccoli

Ho ricoperto di colla vinilica diluta con acqua tutta la superficie dell’ambientazione, cospargendovi poi sopra il terriccio setacciato. Dopo una decina di minuti, ho eliminato l’eccesso con l’aiuto di un pennello.

Ho aggiunto dell’altra colla in alcuni punti e ci ho sparso sopra la sabbia. Stesso procedimento per i sassi.

Dopo 24 ore di attesa per una completa asciugatura, ho ottenuto questo risultato:

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_15_004

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_15_005

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_15_009

E con il carro sopra si presenta così:

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_15_010

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_15_013

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_15_014

  1. 4 commenti per “[WiP] Ambientazione Panther G Early (I)”

  2. Di pumo calogero fabrice, scritto il 17 Gen 2009

    molto bello yagourt , dammi il tuo indirizzo ti mando delle bustine di the per fare le rete sul motore , se vuoi , ciao

  3. Di yogurt, scritto il 19 Gen 2009

    Grazie per i complimenti 🙂

    Questo specifico modello (ed il successivo) non avrà griglie per il motore perché era solo un “banco di prova” per imparare a colorare un carro e ad invecchiarlo.

    Grazie mille cmq! 😀

  4. Di GAETANO_72, scritto il 19 Mag 2009

    eccezionale

  1. Scrivi un commento per “[WiP] Ambientazione Panther G Early (I)”