[WiP] Ambientazione Panther G Early (II)

23 Gen, 2009
7.875 views

Dopo la stesura del terriccio e della sabbia, ho corretto con lo stucco le parti laterali e le ho carteggiate in modo da ottenere delle pareti lisce.

Per ovviare alla “pancia” che si è creata sul fondo della basetta, ho carteggiato con carta vetrata a grana grossa il fondo, cercando di appiattire la maggior parte della superficie senza perdere troppo spessore.
A quel punto ho aggiunto due pezzi di plasticard sugli angoli e li ho raccordati con la carta vetrata.

Il passo successivo è stato il primer.

Dato che avevo finito il primer grigio, ho optato per quello bianco. La stesura non è stata delle migliori perché il primer bianco, come il colore acrilico, è poco coprente… vabbè, l’importante è avere una buona base per le colorazioni successive.

Preshading e bordi laterali
Ho iniziato con una mano di nero sui bordi laterali ed un po’ di preshading su determinate zone per variare la successiva colorazione.

Ho notato successivametne che è stato un passaggio inutile: il buff Tamiya usato come colore di base è molto coprente ed inoltre ho dovuto spruzzare sui lati, con conseguente sporcatura del bordo.

La foto seguente rappresenta la fase successiva al preshading. Lo scotch-carta che vedete sui bordi era inizialmente stato pensato per proteggere il nero, ma mi sono accorto che alcune zone impedivano la colorazione del terreno, per cui… l’ho eliminato.

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_18_002

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_18_003

Stesura della base
A questo punto ho steso una mano di buff della Tamiya, colore decisamente coprente e perfetto come base. Per terreni chiari consiglio di schiarirlo ulteriormente con una punta di bianco.

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_18_005

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_18_007

Nota: il muretto è troppo brutto, mi sa che lo rifaccio in gesso.

Prime ombreggiature
Dato che il preshading è pressochè scomparso sotto il buff, per creare un po’ di variazione cromatica ho scurito alcune zone con del chocolat brown della Gunze estremamente diluito.

Il risultato è questo:

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_21_002

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_21_003

Lavaggio ad olio
Per il lavaggio ad olio ho seguito i consigli del libro “Tecniche avanzate n. 7” edito dall’Auriga Publishing: ho usato il terra di siena naturale ed il bruno van dyck, diluiti con white spirit in modo da ottenere una finitura totalmente opaca.

Il terra di siena naturale si è rivelato un po’ troppo giallastro (e le foto enfatizzano parecchio questo aspetto)… spero non si noti tanto una volta eseguito il drybrush.

Dovrò inoltre riprendere il lavaggio perché l’olio non si è steso uniformemente, creando alcuni aloni vicino alla posizione del muretto e dietro ai cingoli (quello che viene coperto dai cingoli non è da sistemare, tanto non si vedrà ).

Ecco il risultato attuale:

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_21_005

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_21_009

Panther_V_Ausf._G_early_2009_01_21_011

  1. Una commento per “[WiP] Ambientazione Panther G Early (II)”

  2. Di elven, scritto il 23 Gen 2009

    bello, vai avanti cosi!! 🙂

  1. Scrivi un commento per “[WiP] Ambientazione Panther G Early (II)”