[WiP] sicuro che tenga? (III)

23 Nov, 2012
7.119 views

L’ultima volta ero arrivato a questo punto.

Erba
L’intervento successivo è stato aggiungere l’erba.

Negli ultimi diorami ho utilizzato l’erba da fermodellismo, solo che l’effetto non è molto realistico per la rappresentazione dell’erba incolta seccata dall’autunno. Il risultato è troppo “basso”.

Ho quindi optato per l’utilizzo della posidonia. Il lavoro è estenuante: ogni singolo ciuffo d’erba dev’essere staccato dalla pallina, rollato per allineare le fibre, tagliato dal lato a contatto con il terreno, incollato con una goccia di colla vinilica, posizionato sul terreno e “aperto” leggermente con la punta delle pinzette.

In alcuni punti ho deciso di “piantare” dei bassi arbusti, per cui ho cosparso il fondo di colla per poi pressarci sopra della posidonia. Dopo aver eliminato gli eccessi, ho ottenuto un risultato abbastanza soddisfacente.

La colorazione è stata fatta ad aerografo con un verde ottenuto da vari colori Tamiya.

Muretti del ponte
Mentre aspettavo la perfetta asciugatura della colla, ho iniziato l’invecchiamento dei muretti del ponte.

Il primo passaggio è stato creare una sfumatura chiara verso l’alto. Per far questo, ho sfumato con del Giallo di Napoli ad olio la parte superiore, insistendo sugli spigoli.

A questo punto ho eseguito un lavaggio con Bruno Van Dyck, cercando di delineare le varie imperfezioni dei muretti.

Successivamente ho lavorato con dell’Olive Green ad olio e del Chrome Green Medium per simulare un po’ di muffe e muschi. L’effetto è convincente, ma ho dovuto riprenderlo con Neutral Grey ad acrilico perché il verde era troppo acceso.

Edera
Per realizzare l’edera sul lato del ponte mi sono procurato i componenti indicati in questo post ed ho proceduto a realizzare un sacco di foglioline d’edera.

Ho utilizzato del crine gommato per le ramificazioni: l’ho colorato con acrilici e l’ho incollato con la cianoacrilica.

Ogni fogliolina è stata dipinta separatamente.

Sono partito con un tono verde scuro, a seguito del quale ho eseguito un lavaggio con un verde molto chiaro ed infine gli “errori” sono stati ripresi con il verde scuro iniziale (i colori sono varie mescole di Catachan Green, Goblin Green e Yellow, più una punta di Snakebite Leather e Skull White).

Ci ho messo circa una settimana per staccare, colorare e posizionare tutte le foglioline… una media di una al minuto!

Muschio
Il muschio è stato creato con una tecnica trovata in rete:

http://kitmaniac.com/site/?p=1553

In pratica, si mescola del flock molto fine con colla vinilica e del colore. Si dispone sulle parti da ricoprire di muschio e si lascia asciugare.

Una volta asciutto, si riprende il colore ad aerografo.

Felci
Per realizzare le felci ho usato la lamina che avvolge i tappi delle bottiglie (quella che una volta era fatta di piombo).

Mi sono ispirato a questa pianta (la “asplenium scolopendrium“):

Ho tagliato una decina di foglie e ho incollato sul lato inferiore un pezzo di filo di acciaio con colla cianoacrilica, in modo da simulare la venatura inferiore.
Per quanto riguarda il filo utilizzato, ho provato anche ad utilizzare del filo di ottone, ma le proprietà dell’ottone mi hanno creato qualche problema in fase di incollaggio: il filo continuava a piegarsi (essendo preso da una bobina arrotolata) e la colla non riusciva a fissarsi…

Con il piega-fotoincisioni ho creato la piegatura centrale. A quel punto, con l’aiuto di uno stuzzicadenti modellato con un cutter (ho stondato la punta), ho “ribattuto” le foglie sui bordi in modo da creare un effetto “ondulato” e dargli una piega convincente.

A quel punto sono passato alla colorazione ad acrilico. Base di verde (un misto di Catachan Green, Snot Green, Sunburst Yellow, Bleached Bone e Graveyard Earth) e poi lavaggi scuri e sfumature più chiare sulle parti in rilievo. L’ultima parte ha riguardato alcuni segni fatti con German Camo Black Brown della Valleyo sui bordi, per simulare alcune irregolarità sulle foglie.

Altra vegetazione
Il resto della vegetazione è stata recuperata da un pacco di “muschio” per presepe, preparata ed incollata con cianoacrilica.

Foto
Questo è il risultato ad ora:

CATEGORIE: Altro
  1. Scrivi un commento per “[WiP] sicuro che tenga? (III)”